Форум Прометей  

Още теми »

   

Кой е тук?  

В момента има 66  гости и няма потребители и в сайта

   

ВХОД  

   

Посетители  

Брой прегледи на статиите
619729
   

Три стихотворения от Мария Чулова на италиански език

Детайли

 

Poesie di Maria Ciulova

Traduzione in italiano: Natalia Vassileva Hristova, PhD.

 

Il mare della vita

 

Il mondo immensamente piccolo e irriverente

provoca pena con la sua avarizia fatale.

E nello slancio audace del delfino

mi sembra sentire le campane della terra natale.

 

Nato in servitù per fare da rallegratore

un piccolo gettone nell’ordinamento

che incontra l’alba rassegnato

 di essere utile e ben amato.

 

Come una sposa del Signore -

una creatura che impara tutta la vita

ma il libro celeste resta incompiuto

e ci dà un po’ di forza e di speranza.

 

Passiva e protagonista dei film        

splende nel domani divino.

 

Dedicato alla principessa Anna Achmatova

 

Ho sorvolato le terre russe sulle ali di un uccello di fuoco

insieme alla principessa con gli occhi grigi

ma non ho trovato altro che misericordia,

malinconia e la poesia condivisa.

 

L’amore di Anna era come uno scherzo -

non poteva guarire di felicità,

non diceva la sorte dal calpestio di suo cavallo,

non sentiva l’odore del tradimento.

 

Anna con la chiara consapevolezza

del suo trionfo poetico della terra damore

non s’inchinava davanti al marito

e restava con la speranza struggente nel cuore.

 

Non si lasciava rodere dalla gelosia

e non andava a fare pozioni magiche

per l’altra donna chicchessia

essendo una sposa nobile.

 

Davanti licona miracolosa della Madonna

non pregava che Nicolay tornasse

non piangeva a calde lacrime

desiderando che la Santa madre l’abbracciasse.

 

Speranze condannate

A Dobromir Tonev

 

Non voglio morire semplicemente…

Ridisegnate la vita e la morte

il poeta con le rime ha lasciato

per sua figlia un nuovo mondo.

 

L’inverno non ammassa nel libro sfogliato

né neve, né quotidianità

non lascia nessun ricordo di cuori spezzati

ma una ben ottimistica fatalità.

 

Il destino di questo principe

еra di domare i cavalli

di avvezzarli e di studiare da loro

come montarli scatenati.

 

Il cuore ne aveva ali forti

dei adoratori di Melpomene.

Lui accese la luce nello sguardo

per fargli vedere  il Pegaso senza staffa.

 

Metterebbe insieme una bella scema

con un saccente brutto e peritoso

poiché il talento non sia per ciascuno

e il suo monumento è un mulino.

 

La poesia – un riscello o un uccello?

Dissettati e vola! Vola!

E dagli incontri eterni con la poesia

che possano i poeti non ancora nati saziarsi!